Caricamento...
Attendere, prego.

Menu

+39 045 5116665

[email protected]

Google Possum e Penguin 4.0 - Parte 2

HomeNotizieGoogle Possum e Penguin 4.0 - Parte 2
HomeNotizieGoogle Possum e Penguin 4.0 - Parte 2
Google Possum e Penguin 4.0 - Parte 2

Google Possum e Penguin 4.0 - Parte 2

Parte 2

Tutto quello che dovete sapere su Google Penguin 4.0

 

consulenze IT - assistenza informatica - analisi SEO e ottimizzazione posizionamento siti web

 

E' venuto ora il momento di affrontare un altro argomento, l'aggiornamento Google Penguin 4.0, che riguarda tutti i siti web, senza eccezioni.
Discuteremo di come il nuovo aggiornamento è diverso, quali sono i fattori di rischio penalizzazione e come si può recuperare se il vostro sito è stato penalizzato.

Penguin 4.0 è stato completamente rilasciato?

Dopo che Google ha annunciato ufficialmente il lancio del nuovo aggiornamento, l'argomento più discusso sul forum SEO era "L'aggiornamento è stato messo in funzione completamente?"
E la risposta è ... nessuno lo sa!

Secondo Google, non è mai stato completato perché l'aggiornamento è in tempo reale, il che significa che i segnali vengono costantemente aggiornati.
Appena Googlebot scansiona e indicizza il web, l'aggiornamento viene applicato qua e là, poco a poco.

Ecco perché se non avete trovato cambiamenti neli vostri posizionamenti, lasciate che le cose si stabilizzino un po' e poi ripetete i controlli su base regolare.

In che modo è diverso il nuovo aggiornamento Penguin 4.0?

La cosa più importante da capire è che sarà possibile recuperare dalle penalizzazioni molto più velocemente.
Come ho già detto, il nuovo Penguin è un algoritmo in tempo reale, quindi se il vostro sito viene penalizzato per link non naturali, non si dovrà attendere molto prima che Google aggiorni gli indici.

Penguin non è più un fattore di ranking negativo globale per tutto il sito

Si, avete capito bene - le penalizzazioni non sono più a livello di sito, Penguin è diventato molto più granulare.
Quindi, se alcune delle pagine sono state penalizzate, il resto del sito può ancora mantenere inalterata la sua posizione in classifica.

I pericoli legati a Penguin rimangono gli stessi

Non si hanno notizie su eventuali nuovi fattori correlati ai backlink , quindi cerchiamo di ricordare ciò che già sappiamo su di loro.
Penguin è alla ricerca di siti con uno o più dei seguenti tipi di collegamenti nei loro profili:

  •      Link provenienti da scarsa qualità, siti "spam"
  •      Link provenienti da siti creati esclusivamente per SEO link building (PBNs)
  •      Link provenienti da siti d'attualità irrilevanti
  •      Link a pagamento
  •      Collegamenti con testo di ancoraggio eccessivamente ottimizzato

 

Per leggere la notizia completa originale sul sito di Google, cliccare qui

Stonebit - consulente SEO - analisi SEO e ottimizzazione posizionamento indicizzazione siti web

SEO


08 10, 16
Essential SSL